L'AISI 304 è un acciaio inox austenitico amagnetico, composta da un tenore di cromo tra il 18% e il 20% e di nichel tra l'8% e l'11%; la sua densità è pari a 7,9 kg/dm3.

Il 304L è contraddistinto da un più basso tenore di carbonio (C), inferiore allo 0,035%, mentre il 304 ammette fino a 0,080%.
È un acciaio inossidabile magro: il suo indice di inossidabilità (numero PREN) è infatti compreso in genere tra 17 e 22.

La designazione data è quella di uso più generale, e origina dall'American Iron and Steel Institute (AISI), poi recepita dall'ASTM con norma ASTM A 240; designazioni alternative sono:

 AISI

 Vecchio nome italiano

 DIN W.Nr

 EN

 AISI 304

 18-10

 1.4301

 X5 CrNi 18 10

 AISI 304 L

 18-9

 1.4307

 X2 CrNi 18 9

Questo acciaio è anche noto in Italia come "acciaio inox 18-10", e sotto questo nome costituisce l'inox più usato in Italia per pentole e servizi di posate; l'espressione "pentole in diciotto-dieci" è entrata ormai nell'uso quotidiano. Siccome questo materiale è non magnetico, le pentole in 18-10 non sono adatte alle piastre a induzione.

L'AISI 304 è stato usato per coniare monete italiane; in questo contesto è un membro della classe di leghe denominata Acmonital.

Le leghe inox austenitiche (chiamate anche leghe per alte prestazionisuperleghe o materiali esotici), sono leghe prodotte con alte percentuali di leganti (oltre il 50% in peso): in pratica un ampliamento degli acciai inox austenitici tradizionali. Sono nate per coprire le debolezze di questi ultimi in fatto di resistenza alla corrosione, sia alveolare sia tensocorrosione.

I costituenti sono cromo (20-27%), nichel (25-42%) e molibdeno (3-6%). Queste percentuali elevate conferiscono alle leghe una maggior resistenza alla corrosione da acidi ad alta temperatura e a forte concentrazione e alle rotture per tensocorrosione in atmosfera ricca di cloro.

Le proprietà fondamentali sono quelle tipiche degli acciai inox austenitici, ma con una migliorata saldabilità.

Sono specialmente impiegate in alcuni settori dell'industria petrolchimica e chimica dove il problema della corrosione è particolarmente sentito.